Due giorni a Roma: tour per vedere il più possibile

by - gennaio 25, 2019


Buongiorno oggi inauguro il mio nuovo blog.
Il mio proposito era di iniziare in grande stile e dunque cosa c’è di meglio se non parlarvi del mio ultimo viaggio a Roma?
Sono stata solo due giorni pieni in questa città ma alcune di voi mi hanno consigliato di scrivere ugualmente una piccola travel guide.
Come voi sapete sono una semplice ragazza, dunque questi sono consigli di viaggio che potete attuare tutti per riuscire ad ammirare la città eterna, tenendo conto della stagione invernale e di conseguenza delle giornate corte.
Sinceramente vi consiglierei di visitarla in primavera o fine estate poiché la temperatura di inizio anno era davvero fredda, nonostante sia capitata in due giornate soleggiate e limpide.
Fortunatamente per voi, se utilizzerete questa guida durante l’anno, potrete sicuramente godere di ulteriori ore di luce e di una temperatura decisamente più mite.

La guida è dedicata a cos'ho visto e cosa vi consiglio di vedere durante le giornate, in base alla mia esperienza, vi sono anche consigli a tema food e le mie impressioni su questa bellissima città.
Infine, ho aggiunto qualche luogo e locale che mi sarebbe tanto piaciuto visitare e che vi consiglierei sulla fiducia.

·         Prima tappa, il cuore di Roma

Se arrivate da Roma Termini vi consiglio di recarvi subito e senza indugio al Colosseo.
Come percorso, vi consiglio di passare dalla Basilica di Santa Maria maggiore, che dista circa sette minuti a piedi dalla stazione e, a mio avviso, merita d’essere vista.
Basilica di Santa Maria Maggiore

Procedete ora fino al Colosseo (ci vorrà un quarto d'ora a piedi) passando per Via Merulana fino a Largo Brancaccio, da lì, vi consiglio di prendere il Viale del Monte Oppio e di giungere al Colosseo passando per il Parco del Colle Oppio. Sono giardini meravigliosi in cui sono presenti i resti della Domus Aurea, la residenza di Nerone, e delle Terme di Traiano.

In questo modo, potrete godervi la passeggiata e vedere il Colosseo da un punto più sopraelevato.
Quando sono arrivata io era quasi il calare del sole (anche se erano appena le quattro e mezza) ed era splendido vedere i raggi tramontare alle spalle del monumento inondandolo di luce.
Questa è la vista del Colosseo che mi ha emozionata.

Da questo punto, ammirato il Colosseo, sarete nel cuore antico della città.
Procedete dunque su Via dei Fori imperiali che, illuminati dalle prime luci sul fare della sera, sembrano ancora più magici e suggestivi. Procedendo per questa via vi troverete dinnanzi all’Altare della Patria, è molto simile ad un tempio greco con altissime colonne di marmo bianco. Lo sapevate che per la sua forma è soprannominato dai romani “macchina da scrivere”?

·         La grande bellezza

Ho alloggiato nel quartiere Monti, dunque per prima cosa al mattino il mio programma comprendeva la visita al Quirinale e alla Fontana di Trevi.
Piccola tips per la colazione: la zona Monti, essendo molto vicina alle attrazioni principali, non è esattamente economica dunque occorre provare ad evitare le zone “da turisti”. Ho sperimentato un panificio che vi consiglio perché è possibile trovare dolci davvero buoni ad un prezzo onesto per la colazione sia dolce che salata (potete trovare crostate, croissant, sfogliatelle, pizze e focacce). Il nome è Panificio Roscioli e si trova in Via Buonarroti.

Al Quirinale sono arrivata passando per Via Milano fino a Via Nazionale, imboccando infine Via della Consulta. Davanti al palazzo è presente un piazzale dove la vista è incredibile e se è una bella giornata di sole. A questo punto, è semplice giungere alla Fontana di Trevi in cinque minuti con una scorciatoia che passa su Salita di Montecavallo.

La Fontana di Trevi penso sia il mio monumento preferito di tutta Roma: è magnifico il colore turchese dell’acqua a contrasto con il marmo bianco delle statue.
Come non rimanere colpiti dalla solennità della fontana che presenta statue così imponenti ma al tempo stesso armoniose tra loro. Bellissimo anche il gioco di luce che fanno le monetine di rame lanciate sul fondale che scintillano al sole. 
La fontana ha come tema il mare (quello sulla conchiglia nella nicchia è Oceano che guida i cavalli l'uno agitato e l'altro calmo). 
Mi soffermerei anche sulla bellezza dei palazzi che sorgono attorno al monumento che hanno tinte rosa e arancio pastello. Se volete fare delle foto instagram vicino alla fontana vi consiglio di recarvi al mattino presto, appena sorge il sole (sì, non sto scherzando).
Ammirando la grande bellezza. Fontana di Trevi.

Dalla fontana potete giungere rapidamente in Piazza Barberini e da lì proseguire dritti fino a Piazza di Spagna.
Piazza di Spagna è fantastica, sono le scale più famose di tutte e c’è sempre il mondo, nel vero senso della parola: un mix di storie e culture che si incontra davanti alla Fontana della Barcaccia per volgere lo sguardo verso la scalinata e l’imponente chiesa bianca in cima.
Se cercate un caffè lì vicino potete trovare comodamente il Mc Café, dove ho sperimentato ottimi macarons, provare per credere, oppure in alternativa il famoso Ginger, di cui vi parlerò più avanti nel post. 
Chiesa della Trinità dei Monti e scalinate.

Salite tutte le scale, che sono abbracciate da palazzi meravigliosi tinta rosa e pesca (ho notato che qui si usa tanto questo colore nell’architettura) e terrazze mozzafiato, vi troverete di fronte alla Chiesa di Trinità dei Monti. 
Vi consiglio di salire le scalinate della Chiesa per godere di una vista spettacolare sulla Piazza e su Via Condotti.
Da questo punto vi consiglio di procedere in direzione nord su Viale della Trinità dei Monti e di avviarvi verso la Terrazza del Pincio, che dista una decina di minuti a piedi, sulla strada potrete vedere anche Villa Medici. 
Mentre costeggerete il Parco la città sarà come dimenticata in un attimo, la zona è davvero tranquilla. 

Dalla Terrazza sarete in Piazza del Popolo in tre minuti, vi consiglio di entrare tramite le scalette di modo da scendere nella piazza da un lato e dall'alto.
Piazza del Popolo è speciale, soleggiata, amplia e soprattutto resa allegra dalla musica degli artisti che risuona tutt'intorno.

Un’altra piazza bellissima che merita d'essere vista è Piazza Navona. Qui si respirava ancora la magia del Natale, con i mercatini e soprattutto il carosello che fa vivere un po’ quella magia della fanciullezza. In questo caso lascio direttamente parlare la foto che ho scattato.
Infine, se desiderate recarvi a Città del Vaticano, vi consiglio di prendere in Piazza di Spagna la linea A della metropolitana e scendere alla fermata Ottaviani. La piazza dove sorge la Basilica di San Pietro è come un grande abbraccio di colonne bianco marmo. È una sorpresa vedere quante persone provenienti da tutto il mondo affrontano ore di coda per visitare le bellezze della nostra Italia. Anche in questo caso all’uscita della piazza vi consiglio il Mc Café per riscaldarvi.
Piazza Navona e il magico carosello.
  • Tappa da Ginger e dove mangiare
Come molte di voi avranno visto dalle stories ho incontrato la cara Chiara (@invincibilestate) e abbiamo avuto l’occasione di condividere un caffè ed un frullato da Ginger – Sapori e salute

Come sempre continuerò a dire, che ciò di più prezioso che instagram regala è proprio la possibilità di conoscere e scambiare chiacchiere con persone con i nostri interessi. 
Mi sento molto fortunata perché è come avere un amica in quasi tutti i luoghi d’Italia. 
Pensateci, solo cinque anni fa era qualcosa di impensabile o molto raro. 

Ginger è un locale dove potete trovare prodotti sani con materie prime selezionate con cura. I piatti sono davvero genuini. 
Sono stata anche a pranzo in questo bellissimo locale che è a pochi minuti da Piazza di Spagna. 
Ho avuto modo di assaggiare il frullato Shirley a base di zucca, pere, clementine, vaniglia. Per pranzo ho preso un cestino di polpettine di petto di pollo biologico, riso venere, patate americane, pak choi, rapa bianca e castagne con crema di lenticchie e salsa di lenticchie allo zenzero. Ho adorato tutto in questo locale, dall’atmosfera al cibo, dunque ve lo consiglio se anche voi siete amanti della cucina sana e dei locali innovativi.
Credit photo: Ginger.
Se soggiornate anche voi in zona monti un luogo che vi consiglio per la cena è Broccoletti, anche qui potete trovare cucina biologia, pane fatto in casa, dolci artigianali e prodotti di stagione sempre freschi. Una curiosità? I menù sono scritti su diverse lavagnette e cambiano sempre.

Mi sarebbe piaciuto ancora visitare Trastevere, pranzare da Tonnarello, il Giardino degli Aranci, la Bocca della Verità e provare la Bakery House di Ponte Milvio. Se voi ne avete occasioni fatelo, io spero di averne occasione presto.

  • Dove ho alloggiato.
Ho soggiornato presso la Residenza dell'Olmata, in un appartamento situato in una posizione molto tranquilla nel quartiere Monti. Si trova a circa tre minuti a piedi dalla Basilica di Santa Maria Maggiore e a dieci minuti a piedi dal Colosseo. Se preferite spostarvi in metro, è a 450 m dalla fermata Cavour.
La zona living dell'alloggio. Credit: Residenza dell'Olmata.

·         Le mie impressioni

L’impressione di questa città è stata molto positiva. Una città che, nonostante il freddo pungente e il vento, con il suo sole, la sua luce, i suoi spazi aperti, ti fa sentire bene. Il cibo, anche se avrei voluto sperimentarlo di più e davvero fantastico.
Roma è una città affascinante, l’avevo già visitata da piccola ma forse non molto consapevolmente, sicuramente merita di essere visitata per un tempo maggiore per poter godere del suo spirito.
È una città dove c’è tutto e, secondo me, è un po’ la culla della nostra Italia.
È bello vedere quanto i turisti l’apprezzino e l’ammirino con riverenza.
È una città dove l’eternità si è conservata e si è fusa con la cultura del mondo, è italianità.
Sono curiosa di sapere la vostra opinione, se ci siete già stati o se desiderate visitarla e se vi è piaciuta questa guida.

Per finire vi lascio una mappa della città un po’ artistica per mostrarvi che, come dicevo nel mio post, sembra una mappa del tesoro tante sono bellezze da visitare.
Credit: Pinterest.
A presto,
Silvia.

You May Also Like

0 commenti