Arona sul lago, la bellezza nella semplicità

by - maggio 06, 2019

Arona sul Lago maggiore.

Negli ultimi mesi la mia filosofia di vita sta diventando quella di apprezzare e vivere ogni singola giornata in cui mi capita di fare qualcosa di diverso dalla quotidianità, di speciale.
Vivo il momento, cercando di non soffermarmi su quanto potrebbe accadere in futuro.
Così, quando l’equilibrio della mia vita mi sembra precario, penso alle certezze che ho, all'affetto dei miei cari, alla strada che ho percorso che mi ha portata fin qui. 
Vado alla ricerca di me stessa, della pace, delle giornate di sole. Poi, custodisco questi momenti felici per le giornate di pioggia.

Sto scrivendo questa pagina di travel diary ispirata dal fatto che una mia compagna di università, vedendo le mie storie di instagram, abbia voluto andare ad Arona proprio un paio di giorni dopo di me, in occasione del ponte del primo maggio.
Dunque, sentendomi un po’ “trip advisor” (ma sempre rimanendo umile), tra una pagina di tesi e l’altra (chissà cosa ne uscirà da questo mix), vi racconto di queste ore al lago.

Arona è una città che sorge sulla parte piemontese del Lago maggiore, anche se, personalmente, mi piace di più definirla paesino per la sensazione di pace e tranquillità che trasmette.
È facilmente raggiungibile sia dal Piemonte che dalla Lombardia, inoltre è molto ben collegata grazie ai treni.
Se arrivate con l’auto vi consiglio di parcheggiare nel parcheggio gratuito in Piazza Aldo Moro a pochi metri dalla stazione, contiene ben cinquecento posti auto dunque non è complicato trovarne uno libero. Se ne avete la possibilità, vi consiglieri anche il treno poiché la stazione è comoda alla passeggiata sul lungolago. Sapete che sono “trenitalia lover”.
Da questo punto, vi consiglio di proseguire a piedi sulla passeggiata che costeggia il lago fino ad arrivare in Piazza del Popolo, la piazzetta centrale.
Durante la passeggiata non potrete non rimanere colpiti dal gazebo interamente ricoperto di glicini. Qui potete ammirare il lago e la Rocca medievale di Angera (il castello che vedete nella foto, ottimo per gli appassionati del Trono di Spade). 
Pergolato di glicini e Rocca medievale di Angera sullo sfondo.

Piazza del Popolo la riconoscerete subito, è un piccolo gioiellino. Al centro della piazza vi è un carosello che dona al contesto un'atmosfera un po' vintage.
Dalla piazza si può accedere ad una piccola baia lambita dal lago, in cui se siete fortunati potrete vedere qualche cigno.
Il carosello un po' vintage in Piazza del Popolo.


Qui ho trovato il punto dove scattare la foto: sul muretto a ridosso del lago, tra il colore turchese dell’acqua e i vasi colmi di fiori lì accanto.
Per quanto riguarda il clima, nel mio caso l'aria era piuttosto fresca (considerate che nella foto ho tolto di proposito felpa e giubbino in pelle).
Nel mentre pensavo che il lago, forse più del mare, ti dona un senso di pace e relax.

Penso sia merito dei colori, del verde rilassante delle colline, del turchese dell'acqua e l'azzurro così nitido e puro del cielo.
Nella piazzetta potrete trovate vari ristorantini vista lago che, a fiducia, sembrano meritare molto. Vi è inoltre un bar di fronte al carosello perfetto per un aperitivo: i tavolini sono posizionati proprio al centro della piazza da cui si può ammirare la baia. 
Un angolo da cui vedere Piazza del Popolo, sotto questi portici i ristorantini di cui vi parlo.


Vi consiglio di proseguire ora tra i vicoli di Arona che ricordano quelli di un borgo antico, tra negozi tipici e vintage e osterie un po' d'altri tempi.

Guardate se non trasmette allegria e colore la decorazione a tema "girandole" che hanno realizzato nella via principale.
Per le vie di Arona.


Il pranzo non è stato un tipico "pranzo al lago", ho optato per un buonissimo hamburger di salmone e philadelphia, in un locale in un vicoletto nell'interno. Il locale si chiama Poldo ed è molto carino, arredato in stile tra il moderno e lo shabby chic. 
L'interno del ristorante scelto per il pranzo. Quale dolce vi ispira di più?
Come promesso quest’articolo è stato molto breve, voleva essere un po’ il riassunto di un paio d'ore di relax, da condividere con voi insieme a qualche foto inedita, tra una pagina di tesi e l’altra.


A presto, Silvia.
Il cigno sulla baia vicina a Piazza del Popolo, Arona.




You May Also Like

1 commenti

  1. Io sono stata ad Angera diverse volte e in qualche altro paesino sul lato lombardo del lago. Posso confermare la meraviglia dei colori dell’acqua e dell’atmosfera che si respira lì!
    Spero di visitare presto anche l’altra sponda.
    Sara

    RispondiElimina