Arona. Un giorno sul Lago Maggiore

By Silvia - maggio 06, 2019

Oggi vi parlo di Arona, una piccola città sul lago per trascorrere una giornata molto rilassante.


Negli ultimi mesi la mia filosofia di vita sta diventando quella di apprezzare e vivere ogni singola giornata in cui mi capita di fare qualcosa di diverso di speciale.

Arona è un comune che sorge sulla parte piemontese del Lago maggiore, in provincia di Novara.

Personalmente, mi piace definirla paesino per la sensazione di pace e tranquillità che trasmette.

Come raggiungere Arona?

Con l'aereo:
Arona si trova a 25 chilometri a nord dell'aeroporto internazionale di Milano Malpensa.

Con il treno:
Arona è raggiungibile sia da Milano (con la linea Milano-Domodossola) che da Novara e Torino (c'è la fermata apposita).

Con l'auto:
Con l'autostrada A26-A8 si prende l'uscita al casello di Arona se si arriva dal Piemonte, mentre se si proviene dalla Lombardia è più conveniente l'uscita a Catelletto Ticino.

Con la strada statale 32 se si passa da Novara.

Dove trovare parcheggio gratuito

Se arrivate con l’auto vi consiglio di parcheggiare nel parcheggio gratuito in Piazza Aldo Moro a pochi metri dalla stazione.

Il parcheggio ospita ben cinquecento posti auto dunque è altamente probabile in mattinata trovarne uno libero.

Tour per Arona


Da questo punto, vi consiglio di proseguire a piedi sulla passeggiata che costeggia il lago fino ad arrivare in Piazza del Popolo.

Durante la passeggiata non potrete non rimanere colpiti dal gazebo interamente ricoperto di glicini (nel periodo di aprile).

Per vedere i glicini vi consiglio di vistare Arona da metà aprile a metà maggio.

Qui potete ammirare il lago e la Rocca medievale di Angera sulla sponda opporta.

Piazza del Popolo la riconoscerete subito, è un piccolo gioiellino.
Al centro della piazza vi è un carosello che dona al contesto un'atmosfera un po' vintage.

Dalla piazza si può accedere ad una piccola baia lambita dal lago, in cui se siete fortunati potrete vedere qualche cigno.

Qui ho trovato un punto dove scattare una foto instagrammabile.

Sul muretto a ridosso del lago, tra il colore turchese dell’acqua e i vasi colmi di fiori lì accanto.

Per quanto riguarda il clima, nel mio caso l'aria era piuttosto fresca. Considerate che nella foto ho tolto di proposito felpa e giubbino in pelle.

Il lago dona un senso di pace e relax. Penso sia merito dei colori, del verde rilassante delle colline, del turchese dell'acqua e l'azzurro così nitido e puro del cielo.

Nella piazzetta potrete trovate vari ristorantini vista lago che, a fiducia, sembrano meritare molto.

Vi è inoltre un bar di fronte al carosello perfetto per un aperitivo. 
I tavolini sono posizionati proprio al centro della piazza da cui si può ammirare la baia.

Proseguite ora tra i vicoli di Arona che ricordano quelli di un borgo antico.
Qui troverete negozi vintage e osterie d'altri tempi.

Dove ho mangiato?

Ho optato per un buonissimo hamburger di salmone e philadelphia, in un locale situato in una stradina interna. 

Il locale si chiama Poldo ed è molto carino, arredato in stile tra il moderno e lo shabby chic. Prezzo economico.

Come promesso quest’articolo è stato molto breve.
Ci tenevo a condividere il racconto di qualche ora di relax e qualche foto inedita tra una pagina di tesi e l'altra.


  • Share:

You Might Also Like

1 commenti

  1. Io sono stata ad Angera diverse volte e in qualche altro paesino sul lato lombardo del lago. Posso confermare la meraviglia dei colori dell’acqua e dell’atmosfera che si respira lì!
    Spero di visitare presto anche l’altra sponda.
    Sara

    RispondiElimina

Se quest'articolo ti è stato utile lascia un commento, mi farà molto piacere sapere che sei passato di qui.