Armocromia. Le caratteristiche del sottotono

By Silvia - giugno 06, 2020


Quali sono le variabili per comprendere la propria stagione?

Per determinare la propria stagione di riferimento in primis è importante far riferimento a quattro variabili indipendenti tra di loro.

Sono rispettivamente:
  • il sottotono
  • il contrasto
  • il valore
  • l'intensità
Oggi parleremo del sottotono

Si tratta della variabile che funge da spartiacque tra le stagioni, continua a leggere per sapere perché.

Il sottotono

Il sottotono di ciascuno di noi può essere caldo o freddo.

I colori caldi sono quelli che al loro interno hanno una maggior percentuale di giallo. Sono tonalità che trasmettono energia e vivacità (basti pensare all'arancione o al giallo vitaminico).

Viceversa, i colori freddi hanno una maggior percentuale di blu. Sono tonalità che trasmettono eleganza e pace (pensate all'acqua cristallina).

Anche qui, il paragone con la fotografia e con la pittura vi aiuta a comprendere meglio le differenze.

Sottotono. Il 50:50 dell'armocromia.

Vi ricordate l'aiuto del 50:50 in Chi vuol essere Milionario?

Perfetto, questa è la funzione del sottotono.

Infatti, se avete un sottotono caldo le vostre stagioni potranno essere primavera e autunno.

Invece, ad un sottotono freddo corrisponderanno le stagioni estate e inverno.

Il sottotono si determina facendo riferimento in primo luogo alla pelle.
Occhi e capelli in questa fase saranno semplicemente indizi.

Colori caldi

Chi ha colori caldi e chiari avrà tutto l'anno un colorito avorio o pesca.
Chi ha colori caldi e scuri avrà un colorito che va dall'ambrato al cioccolato al latte, passando per il caramello.

Il colorito delle orecchie sarà tendente al giallino, mentre quello delle labbra al color pesca.

I capelli potranno presentare sfumature dorate o riflessi ramati.

Chi ha un sottotono caldo tende ad abbronzarsi più facilmente.

Gli occhi potranno essere chiari (pensate alla stagione primavera) oppure scuri.
Gli occhi chiari saranno molto spesso verde smeraldo o color acquamarina.
Viceversa, gli occhi scuri potranno essere verde oliva, castani o color ambra.

Colori freddi

Chi ha colori freddi e chiari avrà una carnagione lattea o rosata.
Chi ha colori freddi e scuri avrà un colorito che va dall'olivastro al cioccolato fondente, con sfumature ebano.

Il colorito delle orecchie sarà tendente al rosa in caso di colori freddi e chiari oppure ad una sfumatura violetta in caso di colori freddi e scuri.

I capelli:
  • se chiari potranno andare dal biondo platino al castano cenere;
  • se scuri potranno essere anche corvini, con sfumature tendenti al blu.
Gli occhi potranno essere chiari (pensate alla stagione estate) oppure scuri.
Gli occhi chiari saranno molto spesso color ghiaccio, a volte con pagliuzze argentate.
Viceversa, gli occhi scuri andranno dal castano al blu scuro.

La prova empirica con i drappi

Durante la consulenza di armocromia, per individuare con precisione il sottotono vengono fatte alcune prove accostando i tessuti al viso.

In primis vengono confrontati i rossi.
Un rosso aranciato, che, come si è detto, illumina chi ha un sottotono caldo.
Un rosso fragola, che dona di più ad un incarnato freddo.

Per togliere ogni dubbio sul sottotono viene effettuata una prova con i metalli.

Se il viso risalta maggiormente con l'argento, il sottotono sarà freddo.
Se invece è l'oro a far risplendere l'incarnato, il sottotono sarà caldo.


  • Share:

You Might Also Like

0 commenti

Se quest'articolo ti è stato utile lascia un commento, mi farà molto piacere sapere che sei passato di qui.